Miglior Broker ETF: Ecco Come scegliere la Piattaforma più Vantaggiosa!

Qual è la il miglior broker per comprare ETF? Se vuoi investire in questi strumenti avvalendoti di un broker, certamente sarai alla ricerca di una guida che ti aiuti a fare chiarezza e finalmente a decidere quale utilizzare per i tuoi investimenti.

La piattaforma ed il broker al quale ti rivolgi sono importantissimi e possono fare davvero la differenza nell’ambito di una strategia efficace e profittevole per investire.

Nei prossimi paragrafi troverai alcuni consigli per scegliere con consapevolezza la migliore soluzione per te. Voglio subito riportarti una classifica delle migliori piattaforme che ho testato ed utilizzato:

  • eToro: con questo strumento puoi acquistare azioni ed ETF sul mercato in modo diretto e senza pagare commissioni. Inoltre offre la possibilità di operare in demo, così da poter prendere confidenza con la piattaforma prima di operare a 360°;
  • XTB: è una piattaforma internazionale che ti consente di operare su più mercati, usufruendo del supporto di un account manager che parla la tua lingua. Inoltre, puoi anche sfruttare la trading academy gratuita in cui trovi corsi per tutti i livelli e mercati. L’azienda ha le autorizzazioni FCA, CySEC e KNF per operare regolarmente in Europa e mette a tua disposizione un conto demo con 100 mila dollari virtuali;
  • Directa: sebbene comporti costi più alti rispetto ad altre piattaforme, offre il vantaggio di porsi come sostituto d’imposta. Puoi scegliere anche la tipologia di commissione da applicare;
  • Degiro: propone costi tra i più bassi e non ti costringe ad aprire il conto corrente, come succede con le banche e altri broker;
  • Binck: puoi sfruttare il suo conto demo. È però uno strumento che si adatta maggiormente al profilo del trader;
  • WeBank: la piattaforma di questa banca è una piattaforma evoluta che permette di investire con la piattaforma web proprietaria;
  • Fineco: anche questa baca ha messo a punto una piattaforma per accedere e investire su 26 Borse Mondiali.

Pronto per scoprire tutte le caratteristiche delle piattaforme?

eToro: la più completa

Chi non ha sentito parlare di eToro? Sebbene sia nata come piattaforma di trading, evolvendosi ha iniziato a rispondere anche alle esigenze degli investitori di medio e lungo periodo, e oggi permette di accedere direttamente ai mercati acquistando azioni o ETF senza pagare commissioni.

Con questo broker è possibile creare il proprio portafoglio di investimenti in ETF o in azioni a commissioni azzerate, investendo anche piccole somme.

Queste caratteristiche hanno reso eTori una delle piattaforme più amate dagli investitori, sia di trading che di lungo periodo.

Inoltre, è possibile esercitarsi con una comoda versione demo, per imparare ad utilizzare lo strumento senza investire soldi veri.

Puoi iscriverti alla piattaforma tramite il sito ufficiale.

>> Iscriviti Ora a eToro Gratis! <<

XTB

Il secondo broker di cui voglio parlarti è XTB. Si tratta di una piattaforma completa che ti consente di accedere al trading, sia investendo su indici, che sulle materie prime, che sul forex.

XTB ha ottenuto vari riconoscimenti da numerose riviste finanziarie mondiali come Forbes, Wealth & Finance e Bloomberg.

I vantaggi che puoi ottenere scegliendola sono i seguenti:

  • Trading Academy con corsi gratis per te: offre numerosi programmi formativi, sia più semplici e di livello base, che adatti a persone con una preparazione più alta. Ti aiuteranno a prepararti all’accesso ai mercati;
  • Webinar di approfondimento: con l’iscrizione alla piattaforma XTB puoi partecipare a webinar periodici;
  • Account manager dedicato con supporto telefonico in italiano;
  • Notizie e approfondimenti via mail per 24/7 durante i giorni di apertura dei mercati.

XTB ti mette a disposizione ogni tecnologia per poter operare sia da pc che da smartphone. Inoltre, non è previsto un deposito minimo per aprire un account reale e puoi operare in demo con 100 mila dollari virtuali.

Degiro

Questa è una piattaforma olandese che propone dei costi davvero molto bassi. Proprio per questo motivo un numero crescente di investitori si affida a Degiro, che è adatta sia ai trader che agli investitori che ambiscono ad investimenti di lungo periodo.

Degiro mette a disposizione un paniere decisamente ampio di titoli che si possono comprare a con poche commissioni e svolge anche la funzione di deposito titoli senza conto corrente: anche in questo caso non devi aprire il conto, ma puoi usare il tuo conto di conto di appoggio.

Riassumendo i vantaggi dello strumento, posso dire che:

  • Vanta commissioni basse;
  • È molto semplice da adoperare, anche tramite smartphone;
  • È adatto anche ad investire somme basse;
  • Permette l’accesso diretto ai principali mercati mondiali.

Interactive Brokers

Questo broker ha sedi in tutte le principali piazze finanziarie mondiali e riveste un ruolo centrale nel mondo degli investimenti. È in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie ad operare in tutta Europa, consentendo l’accesso a tutti i mercati finanziari.

Le commissioni sono anche in questo caso accessibili, ma, nonostante questo, non è uno strumento per tutti.

Infatti, viene richiesto un deposito minimo di 10.000 euro per poter iniziare ad operare, ed è per questo requisito che mi sento di consigliarlo a investitori più navigati e con una buona disponibilità economica.

Trovi le informazioni dettagliate sulla home page ufficiale.

Directa

Si tratta di una delle migliori proposte sul mercato dei broker ed è un’eccellenza italiana: Directa, crescendo, è riuscita a crearsi un ruolo centrale nel panorama degli investimenti.

Diventando utente Directa, potrai accedere direttamente al mercato e negoziare azioni, opzioni, ETF, obbligazioni, certificati e altri strumenti sulle Borse.

Directa propone tre tipologie di commissione:

  • Commissione fissa, con cui paghi un costo fisso per ogni operazione messa a punto;
  • Commissione variabile, prevista soltanto per i mercati MTA e SEDEX. Con essa, si paga in percentuale variabile del controvalore negoziato;
  • Commissione degressiva, pensata per i trader, in quanto comporta la riduzione del prezzo del singolo ordine con l’aumento dei volumi delle operazioni.

Per maggiori dettagli, accedi al sito ufficiale e scopri tutte le caratteristiche di questo broker.

Binck Bank

Questa banca è specializzata nell’offerta di strumenti per il trading. Si rivolge per lo più i piccoli trader e i risparmiatori che vogliono cominciare ad investire sul mercato obbligazionario, azionario e dei titoli derivati.

Bink Bank permette di investire, attraverso il suo dossier titoli, su:

  • ETF;
  • azioni, con oltre 20 mercati a listino;
  • obbligazioni, sia statali che bancarie;
  • futures: puoi scegliere in un ampio parco di sottostanti, tra valute, azioni, indici;
  • opzioni: quotate su Euronext ed Eurex (quindi non OTC ma standardizzate);
  • certificates: negoziabili su mercati regolamentati, come il Sedex e il Cert-x.

Questo è uno dei broker online più evoluti per fare trading e ti consente di scegliere tra diversi profili di costi, ovvero:

  • profilo fisso italia: con commissioni che partono da 11 euro e scalano fino a 5 euro in relazione al numero di operazioni svolte nel trimestre precedente;
  • profilo fisso estero, con lo stesso programma di commissioni e gli stessi scaglioni;
  • profilo variabile dello 0,17%, con commissione minima di 2,5 euro e massima di 17,5 euro sui titoli italiani e un pagamento dello 0,18% con un minimo di 5 euro e un massimo di 50 euro per i profili esteri.

Webank

Questa banca ha ampliato la sua offerta creando una piattaforma per il trading, con lo scopo di guidare tutti, anche i meno esperti, nella pratica del trading online direttamente da casa propria.

WeBank ha messo a punto una piattaforma evoluta che consente di investire con la piattaforma web proprietaria, con T3 (una piattaforma per trader professionisti), T3 No Frame e T3 Open, nonché con la versione mobile di questi strumenti.

Con WeBank e la sua piattaforma puoi scegliere tra un grande numero di titoli e sottostanti, operando con commissioni che partono da 2,95 euro per singolo trade.

I costi sono i seguenti:

  • Spendendo fino a 500 euro di commissioni nel mese precedente, si paga: 12 euro su azioni Italia, Europa, ETF, Obbligazioni, ETF e Sedex; 15,90 USD sulle azioni USA; 12,5 GBP sulle azioni quotate a Londra; 9 euro sui derivati A, 90 euro sui derivati B, 3.9 euro sui derivati C;
  • Spendendo fino a 1000 euro di commissioni nel mese precedente, allora si paga: 8 euro su azioni Italia, Europa, ETF; 12,90 USD su azioni USA, 12,5 GPB sulle azioni quotate a Londra; 5,90€ sui derivati A, 3,90 euro sui derivati B, 1,9€ sui derivati C;
  • Spendendo fino a 1500 euro di commissioni nel mese precedente, invece, si pagheranno solo 6 euro sulle Azioni Italia ed Europa, 9,9 USD su azioni USA, 10 GPB su azioni UK;
  • Infine, è possibile ottenere condizioni ancora migliori Spendendo oltre 2000 euro di commissioni nel mese precedente.

Fineco

Fineco è un’altra banca che permette di fare trading, grazie a una delle piattaforme più usate nel nostro Paese.

Puoi accedere e investire su 26 Borse Mondiali e su 50 diverse coppie Forex, pagando commissioni che partono da 2,95 euro e che ricompensano chi svolge un elevato numero di trade ogni mese.

Sulla piattaforma si trovano Obbligazioni, Azioni, ETF, CFD sui più diversi sottostanti, Futures, Opzioni, Certificates.

Puoi aprire il tuo conto di Fineco online e operare sin dal primo giorno dell’apertura del profilo.

Vediamo infine la questione costi. Su Fineco ci sono profili fissi a scalare, che diminuiscono all’aumentare della spesa in commissioni durante il mese precedente:

  • 19 euro fissi su trading su Italia e Europa e 12,95 dollari sul mercato americano, nel caso in cui tu abbia generato meno di 99 euro di commissioni nel mese precedente;
  • 9,95 euro fissi sui mercati Italia e Europa e 9,95 dollari sui titoli USA se generi fino a 1.500 euro di commissioni;
  • Da 1500 euro di commissioni in su paghi 6,95 euro su Italia e Europa e 8,95 dollari se spendi meno di 2.500 euro al mese in commissioni;
  • Se spendi più di 2.500 euro al mese in commissioni, paghi invece 2,95 euro sui titoli italiani e europei, mentre pagherai 3,95 dollari sul mercato USA.

Conclusioni

Qual è il miglior broker per comprare ETF? Insieme abbiamo analizzato l’offerta disponibile, mettendo l’accento su quelle che sono le più scelte e amate da trader e investitori di lungo e medio periodo.

Ovviamente, sta a te capire quale, in fin dei conti, è la piattaforma ETF migliore per te e per gli obiettivi che ti sei posto.

Dunque, confronta accuratamente i costi, la presenza di un conto demo o meno, il profilo di investitore a cui sono rivolte, la necessità di aprire un nuovo conto e inizia subito a investire!

Leggi anche:

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.
Il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Prima di investire assicurati di comprendere come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.